Civile

Giudizio di comparazione sulla servitù di passaggio coattivo per interclusione

di Mario Piselli

Qualora l'attore abbia citato in giudizio il proprietario del fondo rispetto al quale chiede la costituzione di una servitù di passaggio coattivo per interclusione, il giudice nell'accertare e determinare in concreto il luogo di esercizio della servitù deve contemperare il criterio della maggiore brevità di accesso alla pubblica via con quello del minor aggravio per il fondo servente, con una valutazione che, ove la soluzione più conveniente riguardi il proprietario di un fondo non parte in causa, non presuppone ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?