Civile

Assegnazione della casa coniugale, crescono le revoche decise dai giudici

di Selene Pascasi

Godimento del tetto familiare a maglie strette. Sono sempre più frequenti, infatti, i casi in cui il partner non proprietario si vede negare, o revocare, il diritto di abitarvi. È la tendenza della giurisprudenza recente che punta sul recupero dell’autonomia, sterzando rispetto al passato, quando dopo la separazione era pressoché scontato che il coniuge più debole (spesso la moglie) continuasse a occupare la ex casa comune. L’attribuzione dell’abitazione, quindi, torna a essere ancorata prioritariamente all’interesse dei ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?