Civile

Negli studi legali dipendenti nascosti tra i collaboratori

di Angelo Zambelli

La Cassazione, sentenza 22634/2019, ha ritenuto che sia da qualificare come subordinata l’attività espletata da un lavoratore che, pur in assenza del titolo di avvocato, ha prestato attività di natura prevalente intellettuale a favore di uno studio legale. La persona è stata assunta dallo studio legale nel 1984 con un contratto di lavoro subordinato con generica qualifica di segretario e, dopo un asserito licenziamento intervenuto nel 1990 (allegato dal datore di lavoro ma non ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?