Civile

Ritorsivo il licenziamento al rientro della malattia in assenza di altre giustificazioni

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

È «ritorsivo» il licenziamento intimato al ritorno da una lunga malattia se il "giustificato motivo oggettivo" addotto dal datore di lavoro si rivela infondato. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza n. 23583 di ieri, bocciando il ricorso di una Srl, attiva nel settore dell'oreficeria, contro la decisione della Corte di appello di Firenze, che aveva disposto la reintegra ed il risarcimento del danno (pari alle retribuzioni perse) per un operaio specializzato. Il dipendente, assunto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?