Civile

Epatite C, del contagio risponde il centro trasfusioni e non il chirurgo

di Paola Rossi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Del contagio da epatite C a seguito di trasfusione non può rispondere il chirurgo che ha operato, se ha verificato la presenza sulla sacca di sangue della dicitura minima «esito negativo dei controlli sierologici obbligatori». Scatta, invece, la responsabilità del primario ematologo, della Regione e del Ministero della salute per l'incompleta l'etichettaura del sangue donato. Come dice la Cassazione con la sentenza n. 25764del 14 ottobre, chi ha operato e poi prescritto la necessaria trasfusione di sangue ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?