Civile

Nessun automatismo tra pagamenti non autorizzati dal giudice delegato e revoca del concordato

di Patrizia Maciocchi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il pagamento di debiti scaduti senza l'autorizzazione del giudice delegato, non fa scattare la revoca del fallimento se gli esborsi sono di modesta entità rispetto al fabbisogno del concordato. Con questa motivazione, la cassazione (sentenza25458) respinge, sul punto, il ricorso del curatore contro la revoca del fallimento decisa dalla Corte d'Appello. I giudici di merito avevano verificato che i pagamenti contestati, tutti in favore di professionisti o per prestazioni correlate alla procedura o funzionali alla conservazione dei beni e ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?