Civile

Il produttore di sigarette non risarcisce la vittima, la nocività del fumo è notoria

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Chi fuma lo fa a suo rischio e pericolo. Si può sintetizzare così la decisione della Cassazione (n. 1165 di ieri) che ha bocciato il ricorso degli eredi di un uomo morto per cancro al polmone contro British American Tobacco-Bat Italia (succeduta all'Ente tabacchi italiani). Nonostante le indicazioni contrarie ricevute dal proprio medico, infatti, la vittima aveva continuato a fumare due pacchetti di "Ms" al giorno per trent'anni. È lineare il ragionamento ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?