Civile

Legittimo rifiutare l’acquisto della casa senza agibilità

di Adriano Pischetola

Non basta scrivere in un contratto preliminare di compravendita immobiliare che «non c’è il certificato di agibilità», per considerare illegittimo il rifiuto del promittente acquirente a stipulare il contratto definitivo. È questa una delle importanti affermazioni contenute nell’ordinanza della Corte di cassazione n. 9226/2020, depositata il 20 maggio scorso, in cui si spiega che una clausola di questo genere non implica necessariamente una rinuncia da parte del promissario acquirente a ottenere dal promittente venditore il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?