Civile

Anche nel processo telematico niente nullità per vizi di forma

di Antonino Porracciolo

Anche per il processo civile telematico vale la regola generale contenuta nel terzo comma dell’articolo 156 del Codice di procedura civile, che non consente la pronuncia di nullità, dovuta a inosservanza di forme, di un atto che ha raggiunto il proprio scopo. È quanto afferma il Tribunale di Roma, Sezione specializzata in materia di impresa (presidente Di Salvo, relatore Romano), in un’ordinanza depositata il 4 marzo, che ha escluso l’invalidità di un ricorso il cui deposito telematico non si ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?