Comunitario e internazionale

Corte Ue, niente mandato di arresto europeo se il processo non è equo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

“L'autorità giudiziaria chiamata a eseguire un mandato d'arresto europeo deve astenersi dal darvi seguito se ritiene che la persona interessata rischi di subire una violazione del suo diritto fondamentale a un giudice indipendente», e a un “equo processo”, a causa di “carenze” che incidono sull'indipendenza del potere giudiziario nello Stato membro emittente: lo ha stabilito la Corte di Giustizia della Ue con la sentenza 25 luglio 2018 nella causa c-216/28. Si tratta di una sentenza che riguarda un ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?