Comunitario e internazionale

Diffamazione su Facebook, Corte Ue in panne

di Saverio Fossati

Facebook potrebbe essere costretta a individuare tutte le informazioni «identiche» a un commento diffamatorio di cui sia stata accertata l’illiceità, e anche «equivalenti» se provenienti dallo stesso utente, e a rimuoverle. Lo afferma l’avvocato generale Maciej Szpunar nelle conclusioni, presentate ieri, allacausa C-18/18. Il condizionale è d’obbligo, dato che il diritto dell’Unione non disciplina la questione. La vicenda prende le mosse da un commento diffamatorio ai danni di una deputata alla Camera dei rappresentanti ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?