Comunitario e internazionale

Per motivi di ordine pubblico lo Stato può imporre la strasmissione solo pagamento di programmi televisivi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Uno Stato membro può, per motivi di ordine pubblico quali la lotta contro l'incitamento all'odio, imporre l'obbligo di trasmettere o ritrasmettere temporaneamente un canale televisivo proveniente da un altro Stato membro solo in pacchetti a pagamento. Ma le modalità di distribuzione di un canale del genere non devono tuttavia impedire la ritrasmissione propriamente detta di tale canale. Lo ha precisato la Cgue con la sentenza 4 luglio 2019 nella causa C 622/17. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?