Comunitario e internazionale

Corte Ue: Italia condannata per i ritardi nei pagamenti della Pa

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'Italia avrebbe dovuto assicurare il rispetto da parte delle pubbliche amministrazioni dei termini di pagamento nelle transazioni commerciali con le imprese private. Lo ha stabilito la Corte Ue, con la sentenza nella causa C-122/18, nel ricorso per inadempimento proposto dalla Commissione contro l'Italia. La Corte, riunita in Grande Sezione, ha infatti constatato una violazione da parte dell'Italia della direttiva 2011/7/UE, relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali, in quanto non ha assicurato che le sue ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?