Comunitario e internazionale

Avvocati, il contratto col cliente non ne pregiudica l'indipendenza davanti alla Corte Ue

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Non basta un qualsiasi legame dell'avvocato col proprio cliente, anche se di tipo contrattuale, per pregiudicarne il requisito dell'indipendenza in giudizio, richiesto dallo Statuto della Corte Ue come requisito obbligatorio per il rappresentante. Lo ha stabilito la Grande Sezione, sentenza, nelle cause riunite C-515/17 e C-561/17 del 4 febbraio 2020, affermando che il Tribunale dell'Ue ha commesso un errore nel dichiarare che l'esistenza di un contratto di docenza tra una Università e il suo avvocato ne pregiudicasse l'indipendenza. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?