Comunitario e internazionale

Credito al consumo, obbligo di chiarezza sul termine per recedere

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Nei contratti di credito al consumo le modalità di calcolo del termine di recesso devono essere espresse in modo chiaro e conciso. Lo ha stabilito la Corte Ue, sentenza nella causa C-66/19 del 26 marzo 2020, giudicando un caso tedesco ed aggiungendo che per quanto riguarda le informazioni obbligatorie, la cui comunicazione al consumatore determina il momento a partire dal quale si calcola il termine di recesso, non è sufficiente che il contratto rinvii ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?