Penale

Furto: l'ipotesi della desistenza non è configurabile nel caso di tentativo compiuto

a cura della Redazione PlusPlus24 Diritto

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Furto – Ipotesi di tentativo compiuto - Desistenza volontaria - Esclusione Nel reato di furto è esclusa l'applicabilità della desistenza di cui all'articolo 56 c.p. comma 3nell'ipotesi di tentativo compiuto: una volta posti in essere gli atti idonei diretti in modo non equivoco a commettere un delitto, il colpevole soggiace alla pena stabilita per il delitto tentato, eventualmente diminuita da un terzo alla metà ove si sia adoperato per impedire l'evento di reato, ai sensi dell'articolo 56, comma ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?