Penale

È reato bruciare la “potatura” su un altro terreno

di Francesco Machina Grifeo

Scatta il reato di attività di gestione di rifiuti non autorizzata per il titolare di una impresa operante nell’ambito della sistemazione di parchi, giardini ed aiuole che abbia ripetutamente bruciato su di un terreno di cui aveva disponibilità i rifiuti vegetali prodotti in assenza del titolo abilitativo. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 56277 del 18 dicembre, respingendo il ricorso dell'imputato, a cui era stata comminata una ammenda, contro la decisione del Tribunale di Brindisi ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?