Penale

Senza l’indirizzo Ip niente diffamazione

di Giovanni Negri

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Senza l'accertamento dell'indirizzo Ip cui riferire il messaggio che offende la reputazione non può scattare la condanna per diffamazione. Lo sostiene la Corte di cassazione con la sentenza n. 5352 depositata ieri. La Corte ha così accolto il ricorso presentato dalla difesa di una donna, condannata per il reato di diffamazione, attraverso un messaggio diffuso attraverso Facebook, ai danni del sindaco di un paese del Sud. Tra le tesi alla base dell'impugnazione veniva soprattutto valorizzata l'assenza di una puntuale ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?