Penale

di Patrizia Maciocchi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

E' inammissibile la richiesta di revisione della sentenza di condanna nei confronti dell'ex direttore generale di Capitalia Matteo Arpe, per il reato di concorso in bancarotta fraudolenta patrimoniale e bancarotta impropria da operazioni dolose nell'ambito del tracollo del Gruppo Parmalat. In particolare le contestazioni alla base della condanna, divenuta irrevocabile il 5 dicembre 2014, riguardavano la concessione di un prestito ponte di 50 milioni di euro da Banca di Roma a Parmalat Spa, e, da quest'ultima, dirottato per la ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?