Penale

La semplice presentazione di un assegno non estingue il reato

di Giovanni Negri

Non basta un semplice assegno, neppure incassato, per considerare riparatoria una condotta di risarcimento. Lo chiarisce la Corte di cassazione con la sentenza n. 8182 depositata ieri. Una questione non certo accademica, dopo che la riforma del processo penale, in vigore dallo scorso agosto per effetto della legge n. 103, ha introdotto una nuova causa di estinzione del reato di cui può beneficiare, nell’area dei reati perseguibili a querela comunque soggetta a remissione, chi rimedia alle conseguenze del reato. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?