Penale

Il subentro dell’amministratore formale non basta alla condanna per bancarotta

Giampaolo Piagnerelli

Niente imputazione del reato di bancarotta patrimoniale per l'amministratore formale che prende il comando dell'azienda ma che di fatto non abbia la consapevolezza di sottrarre beni ai creditori. Il tutto - precisa la Cassazione con la sentenza n. 9951/18 - in funzione del principio di diritto secondo cui nelle ipotesi di distrazione di cespiti aziendali, non può, nei confronti del soggetto investito solo formalmente di una carica gestoria della società, trovare automatica applicazione la massima di orientamento secondo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?