Penale

Tentato abuso d'ufficio per chi si fa aiutare all'esame di abilitazione da avvocato

di Patrizia Maciocchi

Concorre come “estraneo” nel reato di tentato abuso di ufficio l'aspirante legale che si fa passare le tracce scritte per l'esame di abilitazione professionale, grazie all'aiuto di pubblici ufficiali. Il reato scatta anche se l'obiettivo viene mancato, non per desistenza volontaria, ma perché il candidato viene bocciato. La Corte di cassazione, con la sentenza 10567, respinge il ricorso della candidata che aveva deciso di farsi dare un'”aiutino” da una cancelliera presso il tribunale di sorveglianza che, nello specifico, doveva ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?