Penale

Delitti associativi: per il giudice incompatibilità a maglie strette

di Patrizia Maciocchi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

In caso di delitti associativi l'imputato può ricusare il giudice che, in un precedente giudizio, ha considerato sussistente l'aggravante del numero degli associati nei confronti di coimputati per lo stesso reato. La Cassazione chiarisce che il giudice ha l'obbligo di fare un “passo indietro” quando si è già espresso, sulla rilevanza penale di un fatto e sulla sua qualificazione giuridica. Nello specifico il giudice - che in realtà aveva presentato un'istanza di astensione rigettata dal presidente della Corte d'Appello ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?