Penale

Scafisti responsabili dell’ingresso illegale di migranti soccorsi in acque internazionali

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il procurato stato di pericolo dovuto all’abbandono di migranti in acque internazionali, poi soccorsi e condotti in Italia grazie all'ausilio di una nave svedese di soccorso, rileva non solo ai fini del trasporto, ma anche dell'ingresso illegale di clandestini e ciò radica la giurisdizione del giudice italiano contro gli scafisti. La Corte di cassazione, con la sentenza n. 29832 di ieri, ha così confermato la condanna per gli scafisti responsabili, a norma dell'articolo 12 del testo unico ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?