Penale

Misure cautelari nulle se la motivazione non si confronta con la tesi della difesa e copia il Pm

di Patrizia Maciocchi

Per soddisfare l’obbligo di motivazione, sul quale si regge la conferma di una misura cautelare restrittiva, il Gip deve esprimersi sulla posizione del singolo indagato e confrontarsi con gli argomenti della difesa. Per scongiurare la nullità dell’ordinanza non basta, infatti, prendere le distanze rispetto all’accusa su alcune posizioni, o diverse contestazioni. La Corte di cassazione, con la sentenza 31370, torna sugli obblighi stringenti di una specifica e articolata motivazione espressamente indicati, anche se già ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?