Penale

L’esiguità della somma sottratta con la rapina non fa scattare la tenuità del danno

di Patrizia Maciocchi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'esiguità della somma sottratta con la rapina non basta per meritare l'attenuante della particolare tenuità del danno, se si è esercitata una violenza sulla vittima a prescindere della minima gravità delle lesioni. Con questa motivazione la Cassazione, (sentenza 38982) ha respinto il ricorso dell'imputato, al quale era anzi stata attribuita l'aggravante per aver agito con il supporto di un complice. La presenza di più persone è, infatti, tale da di rafforzare la condotta di chi opera materialmente. Non passa ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?