Penale

La corruzione per l'esercizio della funzione scatta anche se l'atto oggetto dello scambio è lecito

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Non è una cortesia ma corruzione per l'esercizio della funzione l'assunzione di una persona segnalata dal consigliere dell'Autorità di vigilanza dei lavori pubblici che ha fatto approvare una delibera a favore della società. Lo ha precisato la sesta sezione penale della Cassazione con la sentenza n. 40344 depositata ieri. I giudici di legittimità hanno accolto il ricorso presentato del Pm contro l'assoluzione di Alfredo Meocci. Il dirigente pubblico, in qualità di consigliere dell'Avcp, aveva fatto approvare una delibera a ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?