Penale

Misure cautelari: vaglio autonomo delle singole posizioni oggetto di decisione

di Giuseppe Amato

In tema di motivazione delle ordinanze cautelari personali, la necessità di una “autonoma valutazione” delle esigenze cautelari e dei gravi indizi di colpevolezza da parte del giudice, richiesta dall'articolo 292, comma 1, lettera c), del Cpp, così come modificato a opera dalla legge 16 aprile 2015 n. 47, è compatibile con le ricorrenti tipologie di motivazione dei provvedimenti costituite dalla motivazione per relationem e dalla motivazione “per incorporazione” nell'ordinanza del giudice della richiesta presentata dal pubblico ministero, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?