Penale

Tenuità del fatto: condotte plurime non escludono automaticamente il beneficio

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La pluralità di condotte non esclude automaticamente l'applicabilità della non punibilità per particolare tenuità del fatto. Lo ha precisato seconda sezione penale della Cassazione con la sentenza 27 settembre 2018 n. 41774. Il caso riguardava l'appropriazione indebita un telefonino. L'applicabilità dell'articolo 131-bis del codice penale era stata esclusa perché la condotta era stata ritenuta abituale «essendo emersa dalle risultanze dibattimentali la reiterazione di identiche condotte da parte dell'imputato in danno di altri clienti che gli avevano consegnato apparecchi telefonici ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?