Penale

LA SENTENZA PENALE/Falsità su titolo “non trasferibile”, è abolitio criminis

di Aldo Natalini

Falso in assegno bancario “non trasferibile”: è abolitio criminis. La fattispecie ricade sotto la previsione di cui all'articolo 485 del Codice penale, depenalizzata dall'articolo 1 del decreto legislativo n. 7 del 2016 e trasformata in illecito civile.Così le sezioni Unite penali della Cassazione che, con la sentenza n. 40256, depositata il 10 settembre, escludendo la configurabilità dell'articolo 491 del codice penale, risolvono il contrasto giurisprudenziale registratosi in seno alle sezioni semplici circa la corretta qualificazione giuridica della falsità in ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?