Penale

Carcere duro, cade il divieto di cuocere cibi per i detenuti al 41-bis

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Cade il divieto di cuocere cibi in cella per i condannati al 41 bis. La Corte costituzionale, sentenza 186 del 12 ottobre, ha infatti ritenuto contrario al senso di umanità della pena (articolo 27 della Costituzione) imporre questa ulteriore limitazione non prevista per i detenuti ordinari. Un divieto, argomenta la Corte, che del resto non trova giustificazione neppure in esigenze di sicurezza né tantomeno nel rischio di accrescere il prestigio dei criminali in regime differenziato. Per la Consulta, adita ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?