Penale

Patente contraffatta: se non vi è prova che il reato è stato commesso in Italia, punibile l'uso di atto falso

di Domenico Carola

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

I giudici della quinta sezione penale della Corte di cassazione con la sentenza n. 54461 del 5 dicembre 2018 hanno ritenute che se la condotta non è perseguibile perché non vi è prova che il reato sia stato commesso in Italia, torna a essere punibile l'uso di atto falso. La vicenda - Un conducente era stata condannato a pena di giustizia dal Tribunale di Milano in composizione monocratica in ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?