Penale

La tenuità del fatto non va esclusa a priori per chi coltiva marijuana

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La Cassazione ritiene che non si possa escludere a priori il beneficio della tenuità del fatto per chi coltiva marijuana, quando la pianta arriva alla fase del germoglio. Con la sentenza n. 1766di ieri la Cassazione penale coglie l'occasione per precisare quando si debba ritenere compiuto ('consumato') il reato previsto dall'articolo 73 del testo unico degli stupefacenti e, soprattutto quando sia ravvisabile l'abitualità della condotta penalmente sanzionata. E lo fa raddrizzando la barra della sentenza impugnata, ma senza annullarla. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?