Penale

Resistenza e lesioni al poliziotto non sono reato se reazione ad un fatto percepito come arbitrario

di Patrizia Maciocchi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La resistenza al pubblico ufficiale e persino le lesioni provocate ad un'agente non costituiscono reato se sono il risultato di una reazione ad un atto percepito come arbitrario. La Cassazione, con un'argomentata sentenza (4457), applica la scriminante, in forma putativa prevista dall'articolo 393-bis sulle cause di non punibilità, che scattano quando un pubblico ufficiale va oltre le sue prerogative. E lo fa anche se la convinzione di dover reagire ad un sopruso potrebbe essere, come nel caso esaminato, frutto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?