Penale

Elezione di domicilio non è violata se all'indagato non sono comunicati estremi del procedimento

di Giuseppe Amato

È da escludere che l'elezione di domicilio possa ritenersi violata per il solo fatto che all'indagato non siano stati comunicati, al momento dell'elezione, gli estremi del procedimento penale a suo carico né gli siano state contestate le norme asseritamente violate. La Corte di cassaziome, con la sentenza 11 gennaio 2019 n. 1208, si è impegnata nel ricostruire il significato e il contenuto della dichiarazione e dell'elezione di domicilio. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?