Penale

Misure di prevenzione: «traffici delittuosi» e «vivere onestamente», la Consulta boccia le formule generiche

Francesco Machina Gifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La Corte costituzionale, con due differenti decisioni, ha ridisegnato in senso più garantista le misure di prevenzione. Con la sentenza n. 24/2019 (relatore Francesco Viganò), il giudice delle leggi ha infatti stabilito che è illegittimo, a causa della eccessiva genericità dei potenziali destinatari delle disposizioni, sottoporre alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e alla misura di prevenzione della confisca dei beni le persone che "debbano ritenersi, sulla base di elementi di fatto, abitualmente dedite a traffici delittuosi". Un principio ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?