Penale

In appello la dichiarazione infedele può diventare fraudolenta

di Antonio Iorio

È legittima la condanna in appello per dichiarazione fraudolenta, nonostante l’imputazione iniziale di dichiarazione infedele, se l’imputato ha fornito elementi in ordine alla configurazione di una differente condotta delittuosa. In casi del genere, infatti, non si verifica alcuna lesione al diritto di difesa, dal momento che l’interessato ha potuto interloquire su ogni aspetto della vicenda. A fornire questa precisazione è la Corte di cassazione, terza sezione penale, con la sentenza 15500 depositata ieri. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?