Penale

No all'estradizione in Cina senza una condanna definitiva che escluda la pena di morte

di Patrizia Maciocchi

No all'estradizione in Cina, se per il reato contestato è prevista la pena di morte. Né la consegna può essere sbloccata dalle rassicurazioni di una punizione che non preveda l'ergastolo o la pena capitale ma solo la detenzione. La Cassazione, con la sentenza 39443, respinge il ricorso del rappresentante della Repubblica popolare cinese, contro la decisione di negare la consegna di un indagato per un reato per il quale il Codice cinese prevede l'astratta possibilità di irrogare la pena ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?