Penale

Omesso versamento ritenute, per la contestazione non serve l'iscrizione a ruolo

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

In caso di omesso versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali, «la contestazione e la notifica dell'avvenuto accertamento della violazione, prescindono dall'iscrizione a ruolo dei relativi crediti, perché tale iscrizione attiene al successivo procedimento di riscossione e non può assumere, perciò, rilevanza a fini penali». Lo ha stabilito la III Sezione penale della Cassazione, sentenza 41056 del 7 ottobre, affermando un principio di diritto. Secondo il ricorrente, un legale rappresentante di una società cooperativa, condannato a tre mesi e 200 ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?