Penale

Comunità preventiva se il minore della baby gang mette in pericolo la classe

di Patrizia Maciocchi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il rischio corso dalla classe a causa della costituzione di una baby gang violenta, giustifica la misura cautelare del collocamento in comunità, per il minore che estorce denaro e oggetti ai compagni di scuola. La Corte di cassazione, con la sentenza 42323, conferma la scelta della comunità, in via cautelare, per un minore indagato per estorsione aggravata. I giudici hanno valorizzato le dichiarazioni di una professoressa che, su segnalazione di genitori e di alunni, aveva scoperto che il ragazzo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?