Penale

Niente autoriciclaggio con la bancarotta per distrazione

di Patrizia Maciocchi

Non commette il reato di autoriciclaggio l’amministratore che distrae l’azienda che apparteneva a una società fallita, reimpiegandola nelle attività economiche di un’altra costituita ad hoc. La Cassazione (sentenza 44198) respinge il ricorso del Pm, che contestava l’ordinanza con cui il Tribunale del riesame aveva avallato la scelta del Gip. Un verdetto che escludeva il reato, per l’assenza di una concreta idoneità dissimulatoria, e dunque il sequestro preventivo di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?