Penale

Se cambia l'imputazione scatta la facoltà di richiedere la messa alla prova

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Se il Pm modifica l'imputazione originaria nel corso dell'istruttoria, all'imputato deve essere concessa la facoltà di richiedere, al giudice del dibattimento, l'ammissione al rito alternativo premiale della sospensione del procedimento con messa alla prova. Lo ha stabilito la Corte costituzionale, con la sentenza n. 14 depositata ieri, dichiarando l'illegittimità costituzionale dell'articolo 516 del Cpp, proprio nella parte in cui non prevede tale facoltà per l'imputato, e richiamando la pronuncia n. 141/2018 di analogo tenore in relazione alle circostanze aggravanti. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?