Professione

Il notaio paga il danno reale e non presunto

di Patrizia Maciocchi

La condanna del notaio a risarcire al cliente l’intero valore dell’immobile sul quale non ha rilevato le trascrizioni è giustificata solo se l’appartamento viene venduto dal creditore. La Corte di cassazione, con la sentenza 18525 del 13 luglio, chiarisce che il danno non può essere «presunto» in vista di una potenziale azione esecutiva, che può non verificarsi per una serie di variabili: dalla desistenza del creditore, al pagamento debito ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?