Compensazione volontaria debiti-crediti non consentita

LA DOMANDA Da un'attenta lettura dell'ultimo rendiconto condominiale, già approvato da circa sei mesi, mi sono accorto che il «fondo cassa fabbricato», indicato fra le passività, era errato ed esposto per un importo inferiore di circa 1.000 euro rispetto all'importo realmente ripartito e da me regolarmente pagato. Pertanto sho deciso di inviare una Pec all'amministratore, invitandolo a provvedere alla necessaria rettifica. Nell'attesa di questa rettifica ritengo opportuno trattenere provvisoriamente la mia quota, a causa della mancata esposizione in bilancio, fino a quando non avverrà la relativa regolarizzazione richiesta. Qualche condòmino però ha manifestato qualche perplessità in merito alla mia decisione di trattenere la somma pro-quota sopracitata. È corretto il mio comportamento?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?