Condono del '94: ampliamenti non superiori al 30 per cento

LA DOMANDA Secondo il condono del 1994, è possibile sanare un aumento di volume di circa 360 metri cubi di un fabbricato già esistente (di 1.100 mc), avente una destinazione di deposito e costruito sulla base di una concessione edilizia, e, contestualmente, cambiare la destinazione d'uso da deposito a scuola dell'intero fabbricato (inclusa la parte asserita)? Sussistono limiti specifici all'accettabilità della pratica in tal senso? Il provvedimento può rischiare di essere parziale, sanando solo l'aumento volumetrico?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?