Indennità di vitto e alloggio: va contata nella tredicesima

LA DOMANDA A una colf convivente non viene corrisposta l’indennità sostitutiva di vitto e alloggio in quanto il datore di lavoro le riconosce la disponibilità di una stanza e colazione, pranzo e cena. Quindi nella busta paga le vengono riconosciuti la retribuzione ordinaria e festività, straordinari, ma non l’indennità sostitutiva di vitto e alloggio.Nella tredicesima mensilità debba essere riconosciuta anche l’indennità sostitutiva di vitto e alloggio anche se non è mai stata corrisposta nelle altre mensilità in quanto il vitto e alloggio sono a carico del datore di lavoro?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?