Il finanziamento è valido se ratificato dall'assemblea

LA DOMANDA Per riuscire a varare il terzo appalto in sei mesi, nonostante la presenza di condòmini con pensione al minimo, l'amministratore ha posto all'approvazione dell'assemblea un'unica offerta per la manutenzione straordinaria dell'ascensore condominiale, coperta da finanziamento bancario a carico, pro quota, di ciascun proprietario, e redatta - su parere tecnico di un proprio ingegnere - dalla stessa ditta, che ne gestisce la manutenzione ordinaria. Dal momento che la precedente offerta su un altro argomento non era stata presa neppur in considerazione in quanto unica, vorrei sapere se questo iter sia regolare e, in particolare, se l'accensione di un debito, senza preventiva autorizzazione dell'assemblea e delega individuale dei condòmini, rientri nelle prerogative dell'amministratore.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?