Prelazione dei coeredi anche dopo l'ingresso dell'estraneo

LA DOMANDA Sono comproprietaria - insieme alle mie sorelle e agli zii, ognuno per le rispettive quote - di un fabbricato sul quale insiste il vincolo tra coeredi, di cui all' articolo 732 del Codice civile e di cui, qualche mese fa, una delle sorelle ha venduto la propria quota a un terzo (estraneo) dopo aver espletato la procedura del diritto di prelazione prevista dall'articolo 732 e senza che nessun degli altri coeredi abbia fatto valere alcun diritto di prelazione. Nel caso in cui intendessi vendere anche la mia quota allo stesso soggetto, posso vendergliela liberamente visto che già precedentemente già è venuta a mancare la persistenza della comunione tra coeredi sull'immobile o devo sempre prima notificare agli altri la mia intenzione di vendere la mia quota?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?