Convocazione dell'assemblea: non si può imporre la Pec

LA DOMANDA L’invio della convocazione per l’assemblea condominiale ordinaria annuale deve avvenire necessariamente con raccomandata A/R presso il domicilio del condomino, oppure anche tramite Pec o email ordinaria? Inoltre, in caso d’invio tramite raccomandata postale, i relativi costi devono essere imputati al condominio quali spese generali da ripartire per millesimi, o vanno imputati al singolo condomino che riceve la raccomandata? L’amministratore può imporre un invio a mezzo Pec, subordinato a sottoscrizione presso l’ufficio di presa ricevuta, e in mancanza imporre l’invio con raccomandata A/R, con spesa imputata al singolo condomino?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?