Diritto di panorama e usucapione delle distanze

LA DOMANDA In una villetta confinante con il nostro residence è stata sostituita la siepe (piantata a meno di mezzo metro dal nostro muretto di confine) con altre piante. Queste hanno ormai raggiunto l'altezza di oltre tre metri e stanno crescendo continuamente, perché non vengono potate, ostruendo la vista del lago di fronte a noi. Alla nostra richiesta di far abbassare l'altezza ad almeno due metri e mezzo, come previsto dalla legge e come era in passato, ci è stato risposto negativamente poiché, secondo i proprietari della villetta, le piante hanno sostituito le precedenti già piantate prima della costruzione del nostro residence. Vorrei sapere se quanto affermato dai vicini è corretto o possiamo pretendere di far potare le piantine ad una altezza di almeno due metri e mezzo.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?